June 22, 2022

Il Nostro Processo di Autenticazione

Ogni giorno gli autenticatori di StockX esaminano migliaia di prodotti. In occasione dello StockX Day, abbiamo parlato con due autenticatori per saperne di più sul loro lavoro e sul perché continuano a fare ciò che sanno fare meglio.

Ogni giorno gli autenticatori di StockX esaminano migliaia di prodotti. In occasione dello StockX Day, abbiamo parlato con due autenticatori per saperne di più sul loro lavoro e sul perché continuano a fare ciò che sanno fare meglio.

Quando StockX è stata lanciata nel 2016, ci siamo proposti di risolvere un problema prevalente all’interno della comunità delle sneaker: le contraffazioni. I prodotti falsi continuano a circolare sul mercato e i numeri stanno crescendo, come ha studiato la NC State University, la quantità di falsi sul mercato è aumentata da “30 miliardi di dollari negli anni ’80 e ora supera 600 miliardi di dollari di commercializzazione” solo nel 2022. E poiché le sneakers sono uno dei più grandi prodotti contraffatti che alimentano il mercato, insieme  a beni di lusso come borse e orologi, in StockX ci assicuriamo di impedire che i falsi finiscano nelle mani dei nostri clienti. Ogni giorno, gli autenticatori StockX esaminano migliaia di prodotti, dalle sneakers all’elettronica, assicurando che la qualità di ogni articolo sia di alto livello per i nostri acquirenti. Abbiamo parlato con due autenticatori chiave del nostro centro operativo di Detroit per saperne di più sui dettagli del loro lavoro e sul perché continuano a fare ciò che sanno fare meglio.

Una volta l’ autenticatore era un lavoro di nicchia. Per persone come Justin Mupas, che ora è uno degli autenticatori più esperti di StockX, ha trovato questo lavoro unico è stato un sogno avverato. “Essere uno sneakerhead e collezionare sneaker per anni prima di diventare un autenticatore mi ha attirato a questa posizione”, afferma Mupas. “Sembra raro che qualcuno possa trasformare un hobby e una passione, per le sneakers in una carriera”. Si possono trovare storie simili presso la maggior parte dei nostri autenticatori di StockX, poiché molti ora sono in grado di unire la loro passione per le sneakers, lo streetwear, le borse e altri prodotti da collezione, con un lavoro a tempo pieno.

Alcuni hanno persino autenticato i prodotti in modo indipendente da prima della fondazione di StockX. Ryan Burke, Team Captain per l’autenticazione e la garanzia della qualità presso StockX, autentica le sneakers da oltre un decennio, da quando ha scoperto il suo amore per le scarpe. “Sono nel campo delle scarpe sneakers dal 2011, quindi quando acquistavo le scarpe cercavo ciò che sapevo di cercare”, afferma Burke. “StockX mi ha davvero fornito gli strumenti per portare le mie capacità di autenticazione a un livello superiore”. Ed essere un autenticatore di StockX aiuta a sviluppare ulteriormente le abilità, poiché sia ​​Mupas che Burke affermano di aver esaminato oltre 100.000 sneakers da quando hanno iniziato.

Quando si tratta di autenticare le merci nella vita quotidiana, gli autenticatori utilizzano i loro anni di conoscenza ed esperienza con i prodotti e li mettono in pratica. Per Mupas, che è stato nel campo delle sneaker per anni, il suo approccio è guardare “alla qualità complessiva della sneaker: la costruzione, la struttura, le cuciture. Fino alla scatola e agli accessori, assicurandosi che siano all’altezza degli standard del marchio”. I nostri autenticatori non cercano solo prodotti contraffatti, ma guardano anche alla qualità dell’articolo. Dalle sneakers all’elettronica, i dettagli compresa la scatola, la fattura e il modello del prodotto e gli accessori extra in dotazione, tutto deve essere intatto per superare l’autenticazione su StockX.

Justin Mupas e Ryan Burke sono solo due degli oltre 300 autenticatori in 11 centri di autenticazione in tutto il mondo. Poiché StockX ha un tasso di accuratezza dell’autenticazione del 99,96%, i clienti possono confidare che gli articoli che acquistano siano autenticati da persone profondamente radicate nelle comunità che amplificano questi prodotti. Proprio come ogni sneakerhead, sia Mupas che Burke si divertono a passare il loro tempo con le sneaker. Per Burke, si tratta di Nike SB. “Indosso le Nike SB da quando riesco a ricordare e guardare le diverse sneakers mi riporta alla mente tanti ricordi”, dice. Mentre per Mupas, stare in mezzo a coppie vecchie e rare rende il lavoro ancora più utile. “Mi piace autenticare sneakers vecchie e rare che non passano normalmente attraverso il nostro Centro di autenticazione”, afferma Mupas. “Essere un autenticatore mantiene viva la mia passione per le sneakers”.

Per uno sguardo più pratico a ciò che accade nel nostro processo di autenticazione, guarda il video qui sotto del nostro Justin Mupas che mostra i dettagli dell’autenticazione della Air Jordan 1 Patent Bred.